Rotte da Varazze

Da Varazze è possibile partire per esplorare il mare circostante o spingersi verso coste più lontane:

S. Fruttuoso
Golfo del Tigullio
Vernazza
Portovenere
Elba
Corsica
Sardegna: La Maddalena
Verso Ponente


USCITE GIORNALIERE


• S. Fruttuoso

Salpati dal Marina di Varazze si prende a Sx direzione Punta Chiappa, (appena dopo Camogli) e si prosegue costeggiando la scogliera. Poco avanti, insinuato in una rientranza del promontorio si trova la celebre abbazia di San Fruttuoso.

Breve cenno storico: fu costruita intorno al '700, e fu conclusa dai benedettini verso il 1000. E’ raggiungibile dal mare o da alcuni sentieri percorribili solo a piedi che si inerpicano sulle montagne adiacenti. Nel 1954, nelle acque antistanti l’abbazia, la statua del Cristo degli Abissi fu calata ad un fondale di 17 metri di profondità, oggi meta dei subacquei di tutto il mondo.

Distanza 26 NM

 

 

WEEK END

• Golfo del Tigullio

Da Marina di Varazze si prende a Sx direzione Punta Chiappa; si prosegue oltre il monastero di S. Fruttuoso. Dopo poche miglia si raggiunge il golfo del Tigullio con le rinomate città di Portofino, Paraggi, Santa Margherita e Rapallo.
Nel Golfo si trova riparo in molte rade o nei prestigiosi porti.

Portofino:  rinomatissima località della costa ligure sorge nell’insenatura tra il golfo del Tigullio e punta Carega. Nel 1977 è entrato a far parte del “Parco Naturale Regionale”, nel 1999 è diventata “ Riserva Marina di Portofino”.

Distanza 28 NM

 

Vernazza

Salpati da Marina di Varazze si prende a Sx direzione Punta Chiappa, (appena dopo Camogli), si prosegue costeggiando la scogliera. Poco avanti insinuato in una rientranza il monastero di S. Fruttuoso.

Dopo poche miglia si raggiunge Portofino e il golfo del Tigullio con le rinomate città di Santa Margherita e Rapallo. Non ci si addentra ma si taglia e dopo 25NM miglia si arriva a Levanto quindi doppiato il promontorio si entra ne parco naturale marino delle Cinque Terre con i suoi pittoreschi paesini a strapiombo sul mare.

Da punta Chiappa si rientra nel triangolo dei cetacei.(Nizza, La spezia, Corsica) Succede spesso di avvistarne un branco e qualche volta trovare un delfino che salta a fianco della nostra prua ... è veramente forte!

Il primo paese è Monterosso poi Vernazza  e li ci si ferma in boa. Gli altri paesini nell’ordine sono: Manarola, Corniglia, Riomaggiore. Borghi spettacolari, che come tutti gli altri sono da vedere arrivando dal mare .

Distanza 50NM

Vernazza in barca

 

 

Portovenere

Salpati da Marina di Varazze, procedendo a Sx in direzione Punta Chiappa, dopo Camogli, si prosegue costeggiando la scogliera per raggiungere Portofino e il Golfo del Tigullio, con le rinomate città di Santa Margherita e Rapallo.

Non ci si addentra, ma si taglia e dopo 20 NM e si arriva a Levanto quindi doppiato il promontorio le 5 Terre con i suoi pittoreschi paesini a strapiombo sul mare.

Un incanto. Ancora poche miglia e si arriva a Portovenere. In tutto circa 60 NM.

Questo è uno dei posti più riparati della zona. Ci si può fermare in rada fra la terra ferma e l’isola di Palmaria.

Portovenere è bellissima, sopratutto se visitata prima dal mare poi da terra. Merita. Questo viaggio si può fare navigando qualche ora in più o aggiungendo un giorno al week end.

Distanza 60NM

Portovenere in barca

 

 

 

VACANZA LUNGA

Noleggiando la barca per 1 settimana, lo scenario si amplia parecchio

 

• Elba: bellissimo giro attorno ad una bellissima isola "sicura"

L’isola d’Elba è senza dubbio comoda, essendo molto vicina al continente, “ sicura” perché in caso di maltempo consente di rindossarsi nelle innumerevoli calette ed essere protetti dai venti e dalle onde e “bella”: baie protette, spiagge con sabbia finissima o rocce a picco sul mare. Si possono visitare molti borghi marinari incantevoli: Marciana marina, Marina di campo, Porto azzurro, Rio marina, Cavo, Portoferraio e altre...

Partendo da Varazze, si può arrivare in un sol “bordo” da 90NM fino a Macinaggio in Corsica poi 35 NM a Marciana Marina facendo navigazione notturna ed ammirando nel cielo le costellazioni, possibilità affascinante ma impegnativa, non adatta a tutti.

isola d'elba - marciana marinaL'altenativa è percorrere la rotta costiera organizzando le tappe in funzione dei tuoi desideri utilizzando qualche giorno in più.

Diversamente ci si può imbarcare nel porto che desiderate tra Cala de Medici, S. Vincenzo, Marina di Salivoli.

Visita dell'isola in senso orario o antiorario a tua scelta.

L’Elba si gira in 4 giorni per cui la classica settimana in charter nautico è più che sufficiente. Partenza il sabato sera. Rientro il sabato mattina.

Distanza 120 NM

L'isola d'Elba in barca

 

 

• La Corsica: Il dito e poco più

L’isola Francese  è vicinissima all’Elba ma molto diversa.

Per raggiungerla la rotta più veloce è puntare direttamente su Macinaggio 90 NM. Qui si può visitare la parte est verso il mare aperto o la parte ovest verso il continente.

Spesso si lascia scegliere al meteo o alla curiosità. La parte ad est offre porti splendidi come Centuri, Sant-florent, Il e-ruosse, Sant’Ambrogio, Calvi e calette altrettanto splendide con scogliere mozzafiato, esposte ai venti di maestrale.

La parte a ovest è molto protetta dalle burrasche di Maestrale, poco da quelle di Scirocco. Si può visitare il porto di Centuri, Port Toga, Bastia. Belle le parti a nord ovest, ma incantevoli sono quelle a sud ovest, anche se serve qualche giorno in più per arrivarci.

Se preferisci non partecipare al trasferimento da Verazze a Macinaggio è possibile imbarcarti nel porto che ritieni più comodo per te.

Distanza 90 NM

La Corsica in barca

 

 

• Sardegna: La Maddalena.

Perla del Mediterraneo. Partenza ideale è dalla nostra base di Bocca di Magra, ma, nel caso la barca fosse impegnata, possiamo portare l'imbarcazione di Varazze ed imbarcarti nel porto che preferisci.

L’itinerario: le tappe sul percorso possono essere varie e valutate di volta in volta. In genere sono le seguenti:

Sardegna costaNoleggiata la barca, si veleggia in notturna fino alla Corsica in sol bordo, poi si scende lungo le coste della Corsica fino alle bocche di Bonifacio. Quindi l'ultimo braccio di mare e si è alla Maddalena, dove c'è solo l'imbarazzo della scelta per decidere dove andare, quale delle meravigliose calette scegliere, dove filar l'ancora in rada o in quale porto ormeggiare.

Passati i giorni a disposizione si attraversano le Bocche di Bonifacio e si risale la Corsica dal lato continentale, si oltrepassa Bastia e si prosegue sul “dito” per Macinaggio.

Qui si può scegliere se rifare la rotta dell’andata o se si vuole passare per le isole di Caprera, Gorgona e quindi Portovenere poi direzione Base Varazze. Per questo giro è conveniente considerare almeno una percorrenza di due settimane intere in barca.

Se non si dispone di due settimane di vacanza, ci si può imbarcare fra i porti di Porto Salivoli e quello di Castiglione della Pescaia, per poter seguire la rotta delle isole d'Elba e Corsica.

Distanza totale da percorrere circa 400 NM

 

• Andiamo verso Ponente.

La costa fino a Ventimiglia non offre grandi risorse: pochi posti dove fermarsi in rada, pressocchè assenza di insenature ma i posti sono affascinanti.

Per trovare le insenature, le calette dove filare l'ancora e rimanere in tranquillità si deve oltrepassare Ventimiglia ed entrare in territorio del Principato di Monaco, poi in Francia.

Da Mentone alle Porquerolles splendidi paesaggi, insenature, mare cristallino, porti attrezzati, cordialità e un mix indiscutibile di fascino.

Organizziamo insieme l'itinerario ed è possibile modificarlo in ogni momento.

Posti straordinari: Saint Jean Cap Ferratt, Fosses, Lilong, Villefranche-sur-Mer, Cannes, le isole Léris, Sainte-Marguerite, Saint-Honorat, l'isola di Porquerolles, l'isola di Port-Cros e l' ile du Levant e tanti altri ancora.

Distanza totale da percorrere circa 300NM

name="ponente">

Oltrepassato il confine di Ventimiglia, il primo porto che si incontra è quello di Mentone, Port Caravan; da qui prende il via una interessante crociera di una settimana.

Continuando a navigare verso ovest, si incontrano numerosi attrezzati marina di note località, come Monaco e Montecarlo, per arrivare a Cap Ferrat.

Qui si può optare per l'ancoraggio in magnifiche baie, come quelle di Saint Jean Cap Ferrat - anse della Scaletta, dei Fosses o di Lilong - o la splendida rada di Villefranche-sur-Mer, oppure preferire la comodità di porti che uniscono l'atmosfera dei borghi marinari alla mondanità: Beaulieu, St. Jean Cap Ferrat, Villefranche.

CannesPoche miglia di navigazione e si raggiunge Cannes, raccolta ed esclusiva, situata nella parte settentrionale del Golfo de La Napoule, con due approdi: il Port Pierre Canto, con 650 posti barca e il porto cittadino.

A solo mezzo miglio dalla vivace e mondana Cannes, troviamo i  gioielli da scoprire in barca: le isole Lérins, racchiuse in una baia protetta, dove è possibile ormeggiare in rada e godersi la pace della natura incontaminata.

Qui l'acqua è davvero stupenda dal color smeraldo, con un fondale di sabbia ideale anche per far snorkeling. Indispensabile quindi compiere questa breve navigazione che ci porta all'isola maggiore, Sainte-Marguerite, che offre una scelta di sentieri botanici fantastici, sia lungo la costa che all'interno, con boschi di pini, querce ed eucaliptus, oltre a bar e ristorante.

E poi rotta sull'altra isola, Saint-Honorat, circa 15 ettari, dove è possibile visitare l'abbazia e il monastero fortificato dove vivono i monaci, che coltivano i vigneti e sono produttori di buon vino e di ottimo miele, in vendita direttamente nei pressi del monastero.

name="ponente">Aggiungendo un paio di giorni all'itinerario potremo visitare anche le Porquerolles, splendide isole dalla natura incontaminata. Qui è proibito l'uso di mezzi a motore, si può circolare solo a piedi o in bicicletta (noleggio bici sull'isola).

Le spiagge sono incantevoli e le potremo raggiungere direttamente in barca. Sono luoghi dove si trova spesso vento con condizioni ideali per le barche a vela, per praticare vela. Anche questo itinerario non è impegnativo, navigazione lungo costa e porti numerosi lo rendono adatto anche ai meno esperti.

L'isola di Porquerolles, insieme all'isola di Port-Cros e all'île du Levant, appartiene all'arcipelago delle îles d'Hyères, note anche come îles d'or (isole d'oro). Porquerolles è la più grande tra le isole dell'arcipelago, ha la forma di arco e misura 7 chilometri di lunghezza per 3 di larghezza.

Sulla costa nord, dal paesaggio più dolce, si trovano molte spiagge di sabbia bianca e foreste di pini marittimi che arrivano fino nel mare, azzurro e limpido come pochi altri luoghi del Mediterraneo. Il versante meridionale dell'isola è più aspro e selvaggio, con le scogliere e le piccole calette raggiungibili attraverso impervi sentieri.

Il piccolo villaggio di Porquerolles si trova sulla costa settentrionale e si sviluppa intorno al porto e alla Place d'Armes, la piazza del paese, dove i pochi abitanti dell'isola giocano a "petanque" (bocce), offre spazi e bar per rilassarsi all'aperto e sorseggiare pastis.

Ciò che rende così speciale l'isola di Porquerolles è senza dubbio il fatto di essere uno dei luoghi più salvaguardati al mondo dal punto di vista ambientale.

Regole severe come il divieto di circolazione delle automobili, il divieto di edificare, il divieto di campeggiare e persino di fumare all'aperto consentono di mantenere intatto un paesaggio tra i più affascinanti del Mediterraneo e di salvaguardarlo dai rischi del turismo e degli incendi.

Porquerellos coste

 
Joomla SEF URLs by Artio

you are here: Home Rotte Rotte da Varazze