Rotte da Bocca di Magra

Da Bocca di Magra è possibile partire per esplorare il mare circostante o spingersi verso coste più lontane:

Golfo dei Poeti
Versilia
Livorno e le Secche della Meloria
Portovenere
Vernazza
Elba
Corsica
Sardegna: la Maddalena


USCITE GIORNALIERE

• Destinazioni Golfo dei Poeti

Usciti dalla foce del Magra si da' inizio al viaggio a vele spiegate; si prende a Dx in direzione isola Palmaria – Tino – Portovenere. Sui ridossi montuosi di dx Tellaro, Lerici con la sua rada. Di fronte la diga foranea di La Spezia. Un giro attorno a Palmaria, un bagno dove si vuole, e tanto sole, per poi rientrare comodamente.

 

 

• Spiagge della Versilia

Armata la barca, si esce dalla foce del Magra e si aprono finalmente le vele, si prende a sx verso Viareggio. In alto sulla sx le Alpi Apuane, le montagne dove si estrae il famoso marmo di Carrara, sulla costa le spiagge di sabbia della Versilia. Fondali molto bassi permettono di filare l’ancora e fare indimenticabili bagni in pochi metri d’acqua, rimanendo comunque lontani dalla costa.


 

 

WEEK END

• Livorno e le Secche della Meloria (leggi di più su Wikipedia)

Provenendo dalla foce del Magra, a gonfie vele si prende a sx verso Viareggio. In alto sulla sx vi saranno le Alpi Apuane e sulla costa si osseveranno le spiagge di sabbia della Versilia. Possibilità di fare bagni paradisici in pochi metri d’acqua, pur essendo lontani dalla costa.

Poi si prosegue, oltre il porto di Viareggio: sulla sx inizia il parco di San Rossore, una zona poco frequentata con spiagge di sabbia deserte, che si allungano fino ad arrivare alla foce dell’Arno, dove si trova Marina di Pisa. Prima della foce dell’Arno è possibile filare l’ancora e rimanere in rada, oppure si può scegliere di entrare nel fiume e ormeggiare in uno o più dei molti porticcioli.

La mattina si ricomincia a scendere poche miglia ed ecco le secche della Meloria. Una zona di mare riconoscibile da due secche una con un faro e l’altra più a sud con un monumento assai strano. Mare con fondali dai 3 ai 5 metri di profondità. Si fila l’ancora e bagno a volontà. Una sensazione strana vedere lo scafo che con la deriva passa a 1-2 metri dal fondale....quasi da appoggiarsi.

 

 


• Portovenere

Dalla foce del magra la barca verrà diretta a Dx, in direzione isola Palmaria – Tino – Portovenere. Sui ridossi montuosi di dx Tellaro compare Lerici con la sua rada. Di fronte la diga foranea di La Spezia. Si girerà in lungo e in largo per le coste della Palmaria, farsi il bago sarà un'esperienza unica, per poi scegliere il posto dove filare l’ancora per la notte.

Davanti a Palmaria e davanti Portovenere si potranno ammainare randa e fiocco e trovare il posto idoneo per fermarsi. Una visita dal mare a Portovenere è sicuramente da non perdere.

 

 

• Vernazza

Si esce dalla foce del Magra, si aprono le vele e si prende a Dx in direzione isola Palmaria – Tino – Portovenere.  Si passa fra Portovenere e Palmaria e si prosegue verso ponente entrando nella zona di parco delle 5 terre. Il primo paesino è Riomaggiore, a seguire Corniglia, Manarola e Vernazza, dove ci fermerà in boa.

Un borgo caratteristico e spettacolare, come tutti gli altri, tutti luoghi speciali, visti dal mare unici.

 

 

VACANZA LUNGA

Noleggiando una barca per 1 settimana, il percorso e lo scenario si ampliano di molto.


• Elba: bellissimo giro attorno ad una bellissima quanto sicura isola

L’isola d’Elba è senza dubbio un’isola comoda, facilmente accessibile ad essere raggiunta, perché molto vicina al continente; è “ sicura”, perché in caso di maltempo è facile rindossarsi nelle innumerevoli calette ed essere protetti dai venti e dalle onde; è “bella”, perché oltre alla bellezza delle baie protette, del litorale fatto di spiagge dalla sabbia finissima o da rocce a picco sul mare, offre la possibilità di visitare molti borghi marinari incantevoli: Marciana Marina, Marina di Campo, Porto Azzurro, Rio Marina, Cavo, Portoferraio e altre...

Partendo da Bocca di Magra si può arrivare in un solo “bordo”, ma può essere un tantino impegnativo; si predilige fare tappa a Cala de' Medici, per poi ripartire per Portoferraio o Porto azzurro. Stessa traiettoria vale per il ritorno, al contrario, magari cambiando porto di scalo.

L’Elba si gira in 4 giorni, per cui il noleggio della barca per una settimana consente un giro ampio e ricco. Partenza la Domenica sera/lunedì mattina, rientro la Domenica pomeriggio.

 

 


• La Corsica: il dito e poco più

L’isola Francese in “acque Italiane”, la Corsica, è vicinissima all’Elba ma molto diversa. Per raggiungerla, la rotta più veloce prevede di puntare inizialmente sulle isole Gorgona, Capraia e proseguire sul “dito” per Macinaggio. Qui giunge l'imbarazzo della scelta: a est verso il mare aperto o a ovest verso il continente...

Spesso si lascia scegliere al meteo o al vostro senso di sfida e curiosità. La parte ad ovest offre un panorama vasto su porti splendidi come Centuri, Sant-Florent, Ile-Ruosse, Sant’Ambrogio, Calvi e calette con scogliere mozzafiato, esposte ai venti di maestrale, tramontana. La parte a est è molto protetta dalle burrasche di Maestrale, poco da quelle di Lib eccio, Scirocco.

Si può visitare il porto di Centuri, Port Toga, Bastia. Interessanti e belle le parti dell’isola a nord ovest, pur restando indimenticabili quelle a sud ovest, per le quali serve qualche giorno in più per arrivarci.

 

 


• Sardegna: la Maddalena

Perla del Mediterraneo, varietà del territorio, sapore di passato e tradizione, arte e cultura, gusto e odori: ecco la Sardegna.

Per fare questa giro bisogna mettere in preventivo qualche giorno e qualche ora in più di navigazione.
L’itinerario le tappe sul percorso possono essere varie e valutate di volta in volta. Pressappoco sono queste: partenza appena noleggiata la barca e veleggiata in notturna fino all’Elba in un sol fiato, poi direzione Corsica altezza di Bastia. Si discende verso le bocche di Bonifacio per attraversarle di mattina (ovviamente ci possono essere una o due tappe intermedie).

Alla Maddalena bisogna decidere con qualche difficoltà dove andare, quale delle meravigliose calette scegliere, dove filar l’ancora in rada o in quale porto ormeggiare. Passati i giorni a disposizione, si attraversano le Bocche di Bonifacio e si risale la Corsica dal lato orientale, si oltrepassa Bastia e si prosegue sul “dito” per Macinaggio.

Qui si può scegliere se rifare la rotta dell’andata o se si vuole passare per le isole di Caprera, Gorgona e quindi in Base a Bocca di Magra. Per questo giro è conveniente considerare almeno una vacanza di 10 giorni meglio le due settimane intere.

Se desiderate visitare questi splendidi luoghi di mare, ma non avete interesse alla navigazione di trasferimento vi possiamo imbarcare dove desiderate, in porti più vicini o agli aeroporti. Sempre a vostra disposizione.

 

 
Joomla SEF URLs by Artio

you are here: Home Rotte Rotte da Bocca di Magra